Iscriviti alla nostra newsletter

mercoledì 27 febbraio 2019

Piano città di Roma ... un piatto vuoto!

Il 22 febbraio si sono incontrati i sindacati con i responsabili Unicredit per il Piano Città di Roma. Hanno fatto il punto della situazione per quanto riguarda lo stato di avanzamento dei lavori dell'intero progetto, ma l'esposizione è stata fortemente criticata da tutti i sindacati.
Restano ancora aperte molte questioni e l'impressione che se ne ha è che l'azienda non ha voglia di farsi carico di carenze strutturali tipiche della città, leggasi parcheggi, asili nido, ed altro, creando nei fatti una situazione che avrà un forte impatto negativo sui colleghi.
Pertanto tutti i sindacati hanno chiesto un ulteriore incontro alla presenza del Mobility Manager per avere ulteriori chiarimenti e delucidazioni.
Nel volantino che segue tutte le informazioni sull'incontro.

Comunicato unitario Piano Città di Roma

Incontro sulle politiche commerciali in Unicredit

Il 22 febbraio si è tenuto un importante incontro sulle politiche commerciali in Unicredit, alla presenza dei top manager del Commercial Banking Italy.
I temi trattati sono tanti: dalla situazione nella Rete Italia al ridisegno delle filiali, dal dal nuovo modello di rete in essere da gennaio al segmento protezione, dalla riorganizzazione dello small business alla situazione delle filiali corporate, oltre che, ovviamente, l'annoso capitolo delle pressioni commerciali e delle innovazioni tecnologiche.
Si consiglia un'attenta lettura del comunicato unitario che troverete alla fine di questo post.

Comunicato unitario

lunedì 25 febbraio 2019

Welfare: Nuove flessibilità, permessi e congedi in Unicredit

La Segreteria del Coordinamento di Gruppo Uilca in Unicredit ha redatto un comunicato in cui si fa il punto della situazione in merito a quanto previsto nel nostro Work Life Balance, bilanciamento tempi di vita e di lavoro.
Troverete elencati tutti i permessi e congedi fruibili nell'anno 2019.

Comunicato Uilca

giovedì 21 febbraio 2019

One bank ... One Unicredit, deve valere per tutti

A margine dell'incontro del 13 febbraio scorso sulla riorganizzazione di BT, che diventerà BOI, Banking Operations Italy, le organizzazioni sindacali hanno scritto un comunicato unitario facendo il punto della situazione. Troverete ogni dettaglio nel link qui di seguito.

Comunicato unitario su BOI

venerdì 15 febbraio 2019

Ritorno al futuro

Il 13 febbraio si è tenuto un incontro in azienda sulla riorganizzazione di BT.
Oltre ciò, è stato comunicato che è in fase di studio avanzato il progetto di trasferimento di attività e lavoratori dei comparti di Operations e Real Estate, da Unicredit Services a Unicredit SpA.
Tutti i dettagli nel comunicato unitario.

Comunicato unitario

giovedì 14 febbraio 2019

Alba Nord-Est: la situazione in Unicredit

La segreteria dell'Associazione Alba Nord-Est, aderente a Uilca, fa il punto della situazione in Unicredit.
Potete leggerlo nel link che postiamo qui di seguito.

Comunicato Alba Nord-Est

venerdì 8 febbraio 2019

Bilancio Unicredit: Risultato 4 trimestre 18 ed esercizio 18

Il Gruppo Unicredit ha redatto un comunicato stampa in cui ha illustrato i dati di bilancio al 31.12.2018. Il principale dato che salta agli occhi è il vistoso utile operativo netto registrato nell'esercizio 2017, pari a € 6,4 miliardi, il miglior risultato dal 2008 ad oggi.
Inoltre sono aumentati di 28 miliardi di euro i prestiti alla clientela rispetto allo scorso anno, e gli obiettivi sul risparmio del costo del personale e della riduzione del numero di filiali è stato raggiunto con largo anticipo rispetto alla chiusura del piano Transform 2019.
Vi sono poi altri indicatori, sia patrimoniali che finanziari, che fanno percepire nettamente che la situazione in Unicredit sia decisamente migliorata.
Qui di seguito riportiamo il comunicato stampa integrale sui risultati di gruppo.

mercoledì 6 febbraio 2019

Unicredit Services e lo smart work negato

Le OO. SS. di Unicredit Services hanno scritto un comunicato unitario denunciando l'incomprensibile posizione assunta da Capogruppo che, nei fatti, impedisce ai colleghi dotati di PC portatile e collegamento VPN di usufruire del Flexible Working, la nuova denominazione dello Smart Working.
Tutto ciò appare decisamente incomprensibile e per saperne di più vi invitiamo a leggere il comuniato integrale.