29 aprile 2022

Proroga del piano esodo "fase 2"

PROROGA AL 20.05.2022 DELLA POSSIBILITA’ DI ADESIONE ALLA “FASE 2” DEL PIANO DI ESODO INCENTIVATO ACCORDO 27.01.2022 

Vi informiamo che è stata pubblicata oggi sul portale My Unicredit una news, concernente la proroga al 20.05.2022 della scadenza per la presentazione, da parte dei/delle Lavoratori/Lavoratrici interessati/e, delle domande di adesione al piano di esodo incentivato attraverso l’accesso alle prestazioni del Fondo di Solidarietà Straordinario, per quanto riguarda la cosiddetta “Fase 2” (finestra pensionistica dal 1° febbraio 2025 al 1° aprile 2028 ), prevista dall’Accordo 27.01.2022 sul Piano Strategico “Unicredit Unlocked”. L’azienda ci ha rappresentato le ragioni di tale proroga in relazione alla necessità di permettere, ai/alle Lavoratori/Lavoratrici interessati, di completare gli approfondimenti ancora in svolgimento in merito alle proprie posizioni previdenziali, in funzione di una eventuale presentazione della domanda di adesione all’esodo relativa alla “Fase 2”.


Leggi il comunicato unitario

Incontro su inquadramenti

A seguito della riorganizzazione della fine del 2021 della rete commerciale italiana di Unicredit, alcuni ruoli professionali sono stati ridenominati, altri sono scomparsi, ed altri ancora sono stati creati ex novo.  Per questa ragione il 27 aprile è finalmente iniziato il confronto con l’Azienda per effettuare le integrazioni e le armonizzazioni necessarie per adeguare alla nuova realtà l’accordo del 2017, poi aggiornato nel 2019, sul sistema di valorizzazione professionale del personale di Unicredit Spa, così come previsto, tra l’altro, dall’accordo sul piano industriale “Unlocked” del gennaio scorso.  L’incontro ha visto una prima analisi sulle figure da integrare nella tabella dei ruoli oggi presente, le figure che l’azienda ritiene siano state semplicemente rinominate ed i ruoli soppressi. 

Inoltre, c'è da sottolineare fortemente, che ad inizio incontro abbiamo chiesto all’azienda di intervenire sulle pressioni commerciali. In particolare abbiamo segnalato la richiesta giornaliera, la mattina, dei preventivi di vendita e, la sera, dei dati a consuntivo fatta ai consulenti First. Modalità contraria non solo all’accordo ma anche alle normative vigenti. Ci aspettiamo sul tema delle politiche commerciali un comunicato dei vertici aziendali che ricordi e riporti tutti a comportamenti corretti. 

Continua a leggere il comunicato unitario

Unicredit Services: non è questo il clima che vogliamo!!!

Queste OO.SS. avevano già sollevato forti critiche circa le richieste di uscita da Unicredit Services per decine di lavoratrici/tori, sia nel corso dell’incontro con l’Amministratore Delegato sia nei successivi incontri con il Responsabile delle Risorse Umane e delle Relazioni Industriali. Non condividiamo né le modalità, né la strategia. Non ci hanno convinto le motivazioni né tantomeno le presunte opportunità lavorative per i colleghi, ai quali vengono proposte attività di breve    durata e senza una formazione adeguate.  A parer nostro, è un’operazione di breve respiro, come una sorta di “rottamazione” di competenze e professionalità che l’azienda sostiene siano obsolete.  Continua la logica dei tagli lineari di questo Gruppo, in un’ottica cieca di taglio dei costi, che nella maggior parte delle volte risulta poi carente la gestione e la pianificazione delle attività.

Continua a leggere il comunicato unitario

14 aprile 2022

Unicredit Direct: II° tappa sistema incentivante "valore"

In data 13 aprile u.s., su richiesta delle OO.SS., si è svolto l’incontro con i rappresentanti aziendali sul tema della regolamentazione e dell’applicazione della II tappa del sistema incentivante “Valore” al Direct, viste le novità emerse a seguito del lancio avente decorrenza 1° aprile u.s.. L’azienda ha comunicato la decisione di allargare l’incentivazione anche per i colleghi di Unicredit Direct “senza portafoglio” (c.d. Generalisti), passando da un modello di Team ad uno individuale, dichiarando che, fatto 100% di budget assegnato, l’80% sarà determinato dalla produzione di MOL e il restante 20% da parametri di qualità, la cui metà (il 10% del totale) sarà nella valutazione manageriale del responsabile, in base alle capacità commerciali delle risorse interessate. L’azienda ha ulteriormente precisato che il budget è costruito in base alle potenzialità del collega misurabili in base a skill/abilitazioni possedute e, per considerare raggiunto l’obiettivo, è sufficiente il conseguimento del 95% di quanto assegnato al singolo. Nell’ottica del mantenimento di una fattiva collaborazione di squadra, viene creato un obiettivo di Team: se il Team dovesse arrivare a budget, il singolo beneficerà di un incremento del 20%, viceversa se il Team non dovesse arrivare a budget, il raggiungimento dell’obiettivo del singolo verrà decurtato del 10%.

Continua a leggere il comunicato unitario

12 aprile 2022

Primo incontro su fusione per incorporazione di Cordusio Sim in Unicredit

In data 11 aprile 2022 si è svolto l’incontro tra l’azienda, presenti Silvio Lops per Relazioni industriali, Stefano Vecchi, CEO di Cordusio Sim, e Gaia Frontini, Responsabile HR di Cordusio Sim, e le OO.SS. in merito alla fusione per incorporazione della società Cordusio Sim in Unicredit SpA. Cordusio Sim è nata 7 anni fa. Oggi, per il cambiamento di logiche Unicredit, su determinati prodotti e per la volontà aziendale di ottimizzare l’attività del Gruppo, si procederà ad una fusione che, l’azienda ha dichiarato, non avrà alcuna ricaduta significativa sui lavoratori e sulle lavoratrici. L’azienda, infatti, ci ha tenuto in più riprese a rassicurare che non è prevista alcuna mobilità territoriale, salvo quelle espressamente richieste dai colleghi, e non ci sarà alcun cambiamento né professionale, né di trattamento economico. Tutto, sostanzialmente resterà immutato. Anche le sedi resteranno le stesse nell’ottica di dare continuità sia ai colleghi che ai clienti.

Continua a leggere il comunicato unitario

10 aprile 2022

Incontro con l'azienda dell'8 aprile 2022 sullo Smart Working

Venerdì scorso si è svolto l’incontro con i rappresentanti aziendali sul tema della concessione e regolamentazione dello smart working in questa delicata fase di graduale ritorno alla normalità. 

In tale contesto, nel quale occorre agire prontamente per supportare più che mai i/le lavoratori/trici con strumenti di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, garantendo a tutti possibilità di utilizzo, le nostre richieste sono state di: 

eliminare la rigidità che rende obbligatori 3 giorni settimanali in presenza: 

ripristinare le precedenti previsioni, per le quali le assenze a qualsiasi titolo (festività infrasettimanali, ferie, malattie ecc) non inficiavano la possibilità di fruire di 2 giorni di smart working e renderlo utilizzabile su base settimanale/mensile;  

poter agire lo smart working (come già definito in passato) non solo dalla propria residenza, ma anche da altro luogo privato preventivamente segnalato all’azienda;   

riconoscere almeno una giornata settimanale di smart working alle strutture di rete, filiali comprese; 

rinnovare i due giorni di Banca del Tempo per la gestione della genitorialità legata alla pandemia;  

definire le modalità per utilizzare lo smart learning; 

mantenere il telelavoro con le medesime modalità applicate pre-pandemia (la richiesta è stata avanzata a fronte di alcune segnalazioni di rigidità aziendali nella concessione o nel rinnovo).   

L'azienda, dal canto suo, pur facendo qualche eccezione ha riconosciuto che ...

Continua a leggere il comunicato unitario

01 aprile 2022

Incontro del 30 marzo sui procedimenti disciplinari

Nel corso della trattativa sulle ricadute del Piano Industriale abbiamo fortemente voluto venisse discusso il tema dei Procedimenti disciplinari, argomento spinoso che ha un indubbio impatto sul clima aziendale. Nella logica del doppio binario, ovvero possibilità di affrontare immediatamente alcuni argomenti e di programmare in tempi stretti il confronto su altri, al punto 9.4 dell’accordo avevamo previsto entro il mese di marzo un incontro in cui l’Azienda avrebbe dovuto illustrare “l’andamento dei procedimenti disciplinari e le modalità di gestione dell’azione disciplinare”. Questo incontro si è svolto ieri 30 marzo 2022. Abbiamo inoltre fissato nel mese di aprile le date degli ulteriori Incontri previsti dall’Accordo 27.01.2022 relativo al Piano Industriale Unicredit Unlocked. Il nostro obiettivo era e resta quello di valorizzare l’aspetto formativo del procedimento disciplinare, evitando che ci si limiti ad intervenire in maniera punitiva, senza che dall’accaduto possano scaturire miglioramenti operativi, maggior precisione della normativa interna e diffusione di comportamenti più consoni. L’Azienda ci ha fornito i seguenti dati: 

Continua a leggere il comunicato unitario